Esperto di Semalt: perché stare alla larga da Black Hat SEO?

È intenzione di ogni persona che possiede o costruisce un sito Web di avere uno scopo. Essere penalizzati da motori di ricerca riconosciuti non è uno di questi. SEO ha sia un lato positivo che uno negativo. Tra le buone pratiche SEO che rispettano le regole ci sono la creazione di contenuti pertinenti e facili da trovare che soddisfino le esigenze di un pubblico target.

Il lato oscuro del SEO coinvolge metodi meglio noti come "cappello nero". Includono tutte le attività non etiche che aiutano a classificare un sito Web in cima alla SERP. Le persone coinvolte nelle tecniche del cappello nero di solito cercano di tagliare gli angoli per guadagnare traffico significativo senza mettersi al lavoro.

Igor Gamanenko, uno dei massimi specialisti di Semalt Digital Services, li caratterizza nel modo seguente:

  • Non aderiscono alle regole e ai regolamenti dei motori di ricerca
  • Scarsa esperienza utente
  • Presentazione non etica dei contenuti sia in modo visivo che non visivo

Inizialmente, la maggior parte di quello che ora è considerato cappello nero era ritenuto il modo legittimo di ottenere traffico e classificarsi ai vertici delle SERP. Non è stato fino a quando la comunità SEO ha scoperto che il loro uso continuo ha messo a rischio siti Web e marchi. Ha minato la qualità generale del sito e la sua pertinenza nella pagina dei risultati di ricerca. I vantaggi dell'utilizzo delle tecniche del cappello nero sono di breve durata e forniscono guadagni limitati nella classifica. Inoltre, se si scopre che il proprietario del sito utilizza tali tecniche, i motori di ricerca tendono a penalizzare il sito o vietarne la visualizzazione nei risultati dei motori di ricerca (cosa rara). Le sanzioni hanno implicazioni negative sul traffico di ricerca e sulle classifiche. Le strategie del cappello nero offrono una soluzione miope al problema che tutte le aziende attualmente devono affrontare, che è quello di fornire rilevanza ai propri clienti su base continua per il futuro.

Gli esperti SEO sconsigliano di utilizzare uno dei seguenti metodi per ottenere traffico sul sito:

Ripieno di parole chiave

Implica l'inclusione di altrettante parole chiave di alto livello nei contenuti del sito Web per aumentare la visibilità e la possibilità di apparire nei risultati di ricerca per diverse query. In tal modo, rende il contenuto innaturale e quando i motori di ricerca lo scoprono, penalizzano il sito poiché compromette l'obiettivo di esperienza dell'utente dei motori di ricerca.

Testo invisibile

La tecnica prevede l'incorporamento di una serie di parole chiave su uno sfondo bianco, rendendolo invisibile ai visitatori. Tuttavia, il cappello nero sa che i ragni che scansionano il sito li troveranno e li indicizzeranno, facendo quindi apparire il dominio nella pagina dei risultati della ricerca. Gli utenti vengono indirizzati alla pagina solo per trovare contenuti irrilevanti e quindi un'esperienza scadente.

Pagine della porta.

Si tratta di pagine di destinazione false che presentano agli spider e agli utenti della scansione contenuti e URL completamente diversi. Sono tentativi di manipolare il motore di ricerca per classificare il sito più in alto.

Le strategie del cappello nero, per quanto non etiche, sono molto allettanti ed è molto comprensibile poiché hanno risultati a breve termine. Tuttavia, se il sito web viene scoperto, rischia di perdere di più nella sua classifica, o peggio ancora, bandito dalle SERP.